mercoledì 16 gennaio 2008

LEZIONI DI DEMOCRAZIA


In una "zerbinosissima" intervista al "generalissimo" Mons. Bagnasco, andata in onda questa sera sul sempre libero ed indipendente - come da ferrea e riottesca tradizione anglosassone - Tg1, l'attuale presidente della Cei ha parlato di atto "anti-democratico" rispetto alle annunciate contestazioni contro la visita di Ratzinger all'università la Sapienza, che hanno causato, come noto, la rinuncia del pontefice ad inaugurare l'anno accademico dell'ateneo romano.

Si può ovviamente discutere a lungo sull'opportunità o meno delle contestazioni. Quello che però è sicuramente fuori discussione è che il Vaticano (nella persona di Ratzinger, Ruini, Bagnasco, Bertone o chi per loro), unico paese non democratico dell'intera Europa, possa dare lezioni di democrazia a chicchessia.

Ti piace questo post? Votalo su OkNotizie



3 commenti:

Laura ha detto...

Credo che su questa faccenda sia stato montato un "caso", nazionale e internazionale, dai media! E' veramente troppo...L'unico rimedio è spegnere la tv! Ciao

Roberto ha detto...

per quanto riguarda il viscidume che pervade i media italici condivido appieno le vostre idee.

in merito all'accostamento chiesa-democrazia, be allora mi viene da piangere.è incredibile come la storia,e non si deve nedessariamente arrivare ai tempi delle crociate,venga cos' facilmente cancellata a colpi di acqua santa e incensiere

tommi ha detto...

questa in effetti sembra una non notizia, come il romanzo di rodari!
in ogni caso ho scritto anche io sull'argomento poichè da universitario ho sentito molto la cosa. fatti un giro se ti va!
tommi - www.bloginternazionale.com

Ricerca Google

Google